Dedicata a chi ha perso i propri cari nella pandemia

Crema News - Messa da requiem di Mozart

Crema, 05 luglio 2020


La Messa di Requiem è l’ultima composizione di Mozart. Rimasta incompiuta per la sua morte, avvenuta il 5 dicembre 1791, fu completata da uno da un suo allievo, Franz Xaver Sussmayr (1766-1803), che potè comunque usare nella stesura della Messa parti già abbozzate dal maestro. Mozart lavorò al Requiem fino all’ultimo respiro, che sopravvenne proprio mentre, assistito dagli amici più intimi, perfezionava e concertava il Lacrimosa dies illa, riuscendo a stendere solo le prime otto battute, culminanti nel crescendo su “homo reus”. Questo brano costituisce un’addolorata e struggente riflessione sul dramma del giudizio finale al quale nessun mortale può sfuggire. Con l’utilizzo di una scrittura corale, di ampio respiro, Mozart riesce a creare un effetto di pianto, di preghiera umile e devota. Significativo il solenne Amen finale in re magg. che apre alla speranza e alla fiducia in Dio; un Amen che sembra evocare un passo dell’Apocalisse, dove si dice degli eletti:

“Non avranno più fame né avranno più sete, non li colpirà il sole né arsura alcuna, perché l’Agnello, che sta in mezzo al trono, sarà il loro pastore e li guiderà alle fonti delle acque della vita. E Dio asciugherà ogni lacrima dai loro occhi” (Apoc. 7, 16-17).

I componenti dell’ Ensemble Vocal Consort che interpretano questo brano, intendono in qualche modo asciugare le lacrime di tutti coloro che hanno perso persone care a causa della pandemia, nella certezza che nel momento del loro trapasso, avvenuto spesso nella totale solitudine, i loro cari hanno incontrato il volto misericordioso di Cristo. Per tutte queste persone decedute sia concessa la pace eterna: “Pie Jesu,Domine, dona eis requiem. Amen”


Virtual Choir

W. A. Mozart - Lacrimosa dies illa

(dal Requiem in Re min. KV 626/III. Sequentia: No. 6 )


Ensemble Vocal Consort

SOPRANO: E.Filipponi - CONTRALTO: S. Feraboli - TENORE: D. Pagliari - BASSO: L. Ziller

DIRETTORE ARTISTICO: Giacomo Carniti


Dedicato alle vittime del coronavirus


Lacrimosa dies illa, 

Qua resurget ex favilla, 

Judicandus homo reus. 


Huic ergo parce, Deus: 

Pie Jesu, Domine, 

Dona eis requiem. Amen. 


Giorno di lacrime, quello,

quando risorgerà dalla cenere

il peccatore per essere giudicato


Perdonalo, o Dio:

Pio Signore Gesù,

dona loro l’eterno riposo. Così sia


Per vedere e ascoltare il coro, clicca qui


© Riproduzione riservata

Che notte!

GRADELLA - Successo per la notte dei desideri ...
Leggi tutto l'articolo

Ma che musica!

CASALE CREMASCO - Successo per i Capolinea 24 ...
Leggi tutto l'articolo

Moda sott'acqua

CAPERGNANICA - Un'idea dello stilista Tosetti ...
Leggi tutto l'articolo

Vieni avanti cretino

CAPERGNANICA - Teatro comico vintage ...
Leggi tutto l'articolo

Piercamp, complimenti del sindaco

PIERANICA - Finita l'avventura dei ragazzi ...
Leggi tutto l'articolo

Mozart e Morricone suonati sull'acqua

PANDINO - Bene la sinfonia sull'acqua ...
Leggi tutto l'articolo

Passione lirica

CASALE CREMASCO - Successo del bel canto ...
Leggi tutto l'articolo

Giornata del castello

PANDINO - Visite guidate ...
Leggi tutto l'articolo

Parte la Tortellata

CREMA - Alle Garzide ...
Leggi tutto l'articolo

A proposito di coronavirus

CASALE CREMASCO - Serata informativa sulla pandemia ...
Leggi tutto l'articolo

Benelli for dogs

CREMA - Concerto a favore dei quattrozampe ...
Leggi tutto l'articolo

Fai, ultimo giorno

CREMA - Prenotate la visita a palazzo Zurla ...
Leggi tutto l'articolo

Pubblico per la lirica

CASALE - Successo per il duo Zilioli La Fauci ...
Leggi tutto l'articolo

E' sagra, ma alternativa

BAGNOLO - Dal 31 luglio ...
Leggi tutto l'articolo

La foto più bella

PANDINO - Scelte le dieci foto finaliste ...
Leggi tutto l'articolo

Eleuterio e Sempre tua, da ridere

CASALE CREMASCO - Pubblico per l'omaggio a Franca Valeri ...
Leggi tutto l'articolo