Tadi e il mistero (per qualcuno) del ritorno al Munari

Crema, 27 luglio 2021

Lettera al giornale di un gruppo di genitori, alunni, educatori, personale Ata del Munari in merito all'andata e ritorno del dirigente Pierluigi Tadi


Durante questi ultimi giorni testate giornalistiche locali hanno riportato la seguente notizia che... "il dirigente Pierluigi Tadi è prima stato assegnato a Castelleone e subito dopo riassegnato al Munari”.

Perché questo dato suscita scalpore? Perché esattamente cinque giorni prima (15 luglio 2021), era stata pubblicata l’informazione: il dott. Pierluigi Tadi cambia dirigenza dall’IIS B. Munari all’IC di Castelleone.

L'obiettivo di queste poche righe è molto semplice: cosa ha determinato questo ripensamento? Noi genitori, alunni, docenti, educatori, personale Ata direttamente interessati non possiamo accettare di essere di fronte ad un “giallo” (La Provincia) o a un goliardico “valzer” (Crema News). L’ “errore” (La Provincia) necessita di essere spiegato dalle istituzioni. Non sono abbastanza le due righe scritte da Crema News in cui si riportano testuali parole: “Molti docenti avevano manifestato stupore e preoccupazione per il trasferimento, giunto inatteso”. Dove è presente testimonianza di queste sollecitazioni? Noi siamo a conoscenza di un’altra faccia della medaglia della dirigenza Tadi all’IIS B. Munari, fatta di sospensioni ingiuste, mancanza di dialogo con i genitori e di discriminazione nei confronti degli alunni disabili.

Se questa nostra richiesta di chiarimenti rimarrà inascoltata una cosa è certa; ci sarà una parte di cittadini che vivono la realtà del Munari che continuerà a essere preoccupata per i propri figli e l’imputazione della responsabilità sarà altrettanto chiara. Vogliamo ancora credere che il dialogo con le istituzioni sia qualcosa di possibile. 

Una parte di genitori, alunni, docenti, educatori, personale ATA dell’IIS B. Munari di Crema


(dir.) Per quanto concerne questo giornale, il valzer si riferisce al cambio di sede di tutti i dirigenti, puntualmente riportato e non al solo dirigente del Munari; per quanto ne so, il dirigente è tornato da dove era appena partito anche (ma non solo) grazie a una lettera che, non so quanti, non so in che percentuale, personale docente dell'istituto ha inviato a Milano. E forse è proprio lì che dovreste chiedere, anche se non so con quale possibilità di risposta.

Appare innegabile che, almeno in parte, il rapporto con il dirigente per più di uno è piuttosto teso.


Nella foto, Pierluigi Tadi


© Riproduzione riservata

Un libro, tre battaglie

CREMA - Presentato Muti testimoni di una tragedia ...
Leggi tutto l'articolo

Niente musica

IZANO - Soppresso uno spettacolo ...
Leggi tutto l'articolo

Lions, i services

CREMA - Dai cani guida ai paramenti sacri ...
Leggi tutto l'articolo

Apre l'anno del Lions Gerundo

CREMA - Presentate due nuove socie ...
Leggi tutto l'articolo

Chi vuole essere primo, sia ultimo

CREMASCO - Una presenza che deve essere quotidiana ...
Leggi tutto l'articolo

Un bambino da accompagnare

CREMA - Tamponi, green pass e norme ...
Leggi tutto l'articolo

Grazie, medici

CREMA - Una paziente ringrazia per il trattamento avuto ...
Leggi tutto l'articolo

C'è la navetta, manca lo stile

CREMA - Non invitato l'a persona che l'aveva fortemente proposta ...
Leggi tutto l'articolo

Cerco proprio te

CREMA - Offerte di lavoro ...
Leggi tutto l'articolo

Autoguidovie, accordo con i sindacati

CREMA - Su trasformazione e innovazione digitale ...
Leggi tutto l'articolo

Gatti al Rotary

CREMA - Presidente della Camera di commercio ...
Leggi tutto l'articolo

Un premio il primo giorno di scuola

CREMA - Ritorno piacevole ...
Leggi tutto l'articolo

Mcl, seminario a Roma

ROMA - Con la presenza dei rappresentanti cremaschi ...
Leggi tutto l'articolo

"Chi dite che io sia?"

Conservare la vita per fare del bene ...
Leggi tutto l'articolo

Un milione di posti

REGIONE - A scuola in treno ...
Leggi tutto l'articolo

Un bando per le società sportive

CREMA - Promosso dalla Chiesa avventista ...
Leggi tutto l'articolo