Straniero colpisce alla testa il tabaccaio e fugge con la cassa

Casale Cremasco, 13 giugno 2018

Rapina ai danni della tabaccheria/alimentari di Marco Pasquini, a Casale Cremasco, in via IV Novembre, con il bandito che ha colpito e ferito al capo il titolare, che tentava di opporsi alla rapina. Il malvivente è riuscito a strappare il cassetto della cassa e si è allontanato, inseguito dal titolare e dal padre, raggiungendo un'auto con un complice e partendo di gran carriera. Bottino, circa 600 euro.

Ecco il racconto di Secondo Pasquini, padre del titolare ferito e finito in pronto soccorso, presente alla rapina.

"Erano le 19 passate da poco e mio figlio Marco stava controllando la merce per poi chiudere. Ho visto una persona che era chinata sulla cassa e ho chiesto a mio figlio se sapesse che cosa stesse facendo quell'uomo. Mio figlio si è subito reso conto che il bandito stava cercando di aprire la cassa e prendere i soldi e allora gli è corso incontro. Per tutta risposta il rapinatore si è girato e lo ha violentemente colpito alla testa probabilmente con una chiave inglese, provocandogli una larga ferita alla testa, vicino all'occhio. La ferita si è messa a sanguinare e il bandito, che era in parte con il volto nascosto con un cappello e degli occhiali scuri, ma che era certamente straniero perché era di carnagione scura e non parlava bene l'italiano, ha strappato il cassetto della cassa ed è corso verso l'uscita. Noi gli siamo andati dietro, per vedere dove andava. Il bandito ha fatto alcuni metri e ha raggiunto un'auto di colore scuro, un'utilitaria che è subito partita, quindi vuol dire che a bordo c'era un complice che era alla guida. Abbiamo chiamato i soccorsi e i carabinieri che sono arrivati dopo poco. In paese ci sono le telecamere e speriamo che abbiano ripreso qualcosa di significativo. Adesso penso a mio figlio che è stato ferito in maniera brutale, per quattro soldi".

Marco Pasquini, 49 anni, è in pronto soccorso, dove i medici lo stanno visitando e medicando.

Nella foto, l'interno del negozio rapinato

© Riproduzione riservata

Share on Facebook