Pellegrinaggio a Caravaggio per l'Mcl

Cremasco, 09 giugno

Pellegrinaggio della “rete” MCL del territorio al santuario di Caravaggio, importante appuntamento del cammino associativo del Movimento giunto quest’anno continuativamente alla XXIV edizione. Più di 200 associati provenienti dalle diverse zone del territorio( arrivati a Caravaggio con 4 pullman e/o con automezzi propri ) si sono dati appuntamento per la recita del Santo Rosario insieme alle ore 15:30 nella Basilica del santuario, seguito dalla Santa Messa celebrata dal vescovo della Diocesi di Crema Mons. Daniele Gianotti, concelebrata dall’assistente ecclesiastico MCL del territorio don Angelo Frassi e dagli assistenti spirituali di circolo dove il Movimento è presente nelle parrocchie di riferimento. Il vescovo Daniele ha illuminato i presenti e spronato il Movimento a essere ancor di più sale, lievito e fermento nel campo sociale data la radicalità con il quale è presente nel territorio e dato il prezioso servizio che offre alla Chiesa in tante comunità parrocchiali attraverso i circoli ed alle persone che incontra quotidianamente attraverso l'attività delle strutture dei servizi alla persona in ascolto delle fragilità e delle preoccupazioni soprattutto delle fasce più deboli della popolazione. Al termine della celebrazione il presidente MCL del territorio Michele Fusari ha preso la parola per portare i ringraziamenti , a nome di tutta la “rete della famiglia MCL “, al vescovo Daniele confermando a lui la vicinanza e la gratitudine del Movimento che non si sottrae mai , anche pubblicamente, a sostenere corresponsabilmente l’azione e il cammino della Chiesa con coerente testimonianza cristiana. Fusari ha poi ringraziato nell'ordine l’assistente ecclesiastico MCL don Angelo Frassi per il prezioso e quotidiano stimolo che non fa mai mancare a tutti i quadri dirigenziali impegnati ad ogni livello di responsabilità nel Movimento e gli assistenti spirituali dei circoli MCL che hanno compreso e riscoperto sempre più in questi ultimi anni come il Movimento , attraverso le varie unità di base , possa essere strumento prezioso di azione pastorale attento alle dinamiche sociali e alla sana e cristiana aggregazione perché sempre più coinvolto in forme di volontariato caritativo e di “cittadinanza attiva”nelle comunità. Un ultimo ringraziamento il presidente ha voluto portarlo, a nome del comitato esecutivo dirigenziale, a tutti i collaboratori delle strutture operative dei servizi alla persona e a quanti nello specifico si sono adoperati per la puntuale e precisa organizzazione e la bella riuscita del pomeriggio che si è concluso come da tradizione con un partecipato momento di rinfresco nel salone del Centro di spiritualità del Santuario caravaggino dove anche il Vescovo Daniele ha potuto incontrare e portare un saluto personale a tutti i presenti in un clima sereno e gioviale.


© Riproduzione riservata

Share on Facebook
Il Diavoletto sarà chiuso per ferie
dal 16 al 26 Agosto