Ottanta anni, deve andarsene da casa. Ma lei resiste

Bottaiano, 08 luglio 2018

“Di qui non me ne vado di certo”. Lo dice la nonnina di 80 anni che ha ricevuto l’ordine di abbandonare la sua casa. Perché la villa che ha alle spalle sta per crollare. Un pasticciaccio brutto, quello di villa Obizza per la quale c'è pericolo imminente di crollo. Costruita nel 1702, unico esempio di villa palladiana in Lombardia, acquistata dal fondatore della Invernizzi negli anni Settanta ceduta, ormai fatiscente, nel 2007 a una fondazione che cercò di sistemarla, ma senza successo perché i fondi finirono. Ma se la villa è di una fondazione, la fattoria e la cascina che stanno intorno alla costruzione sono ancora della società Obizza citata nell’ordinanza di sgombero del sindaco. Il problema è urgente, perché la cascina non è agibile e quindi è impossibile spostare la nonna in altra parte della fattoria, mentre uffici e indiani che ci lavorano hanno già trovato altra sistemazione. Ma resta lei, la nonna, che da casa sua non se ne vuole andare e dice che resta lì. "Per spostarmi devono arrivare i carabinieri".

Nella foto, villa Obizza

© Riproduzione riservata

Share on Facebook