Lite tra vicini con minaccia e arrivano i carabinieri

Soncino, 08 agosto 2018

Ennesima lite tra vicini, due trentenni di Soncino, con intervento dei carabinieri. Stavolta tra i due, oltre alle parole, spesso urlate, per una questione di confine, c'è stato anche qualcosa di più. Infatti, al culmine della lite, uno dei due ha detto all'altro che se andava avanti così lo avrebbe ucciso. E, siccome quello che ha formulato la minaccia è cacciatore e ha in casa dei fucili, il minacciato ci ha pensato su e poi ha deciso di andare dai carabinieri per riferire quanto il vicino arrabbiato gli aveva detto. Di questi momenti e con questi chiari di luna, i carabinieri di Soncino non ci hanno pensato su due volte e sono andati a bussare alla porta del vicino cacciatore per notificargli l'ordine di sequestro di tutte le armi che aveva in casa. E di fucili ne sono stati trovati ben quattro, tutti regolarmente denunciati. Le armi sono state prese in custodia dai militari e portate in caserma, dove resteranno per un bel po'. Nel frattempo se i due vogliono mettersi d'accordo e consultare i mappali per le questioni di confine, forse troveranno un accordo senza mettere in mezzo carabinieri e tanto meno fucili.

© Riproduzione riservata

Share on Facebook