Lavorare senza farsi male, il convegno

Ripalta Cremasca, 10 ottobre 2018

Giovani, salute e sicurezza. Questo il tema-guida del convegno che l’Anmil, l’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi sul Lavoro, ha organizzato stamattina nella palestra comunale di Ripalta Cremasca in collaborazione con i comuni di Ripalta Cremasca e di Montodine. Relatori, Marco Confortola, alpinista elisoccorritore, Emilio Giacomelli dell’Anmil, Monica Livella dell’Inail di Cremona, Anna Firmi dell’ATS Valpadana e Gloria Mencatelli, direttore sociosanitario dell’ASST di Crema. Moderati da Mario Andrini gli ospiti del convegno hanno parlato a 150 ragazzi delle scuole di Ripalta Cremasca, Credera e Montodine. “I giovani sono il nostro futuro –commenta il sindaco di Ripalta Cremasca Aries Bonazza- e come tali vanno preservati. Salute e sicurezza sono i due ambiti in cui le amministrazioni pubbliche e le istituzioni devono investire per garantire la sicurezza. Nel caso del lavoro, per evitare gli oltre 2000 morti l’anno”. Marco Confortola ha raccontato la sua esperienza. Un incidente mentre stava scalando il K2, nel 2009, lo ha privato di tutte le dita dei piedi. Alla giovane platea che lo stava ascoltando ha detto: "Se un obiettivo non viene raggiunto non è la fine del mondo. Ciò che importa è salvaguardare la propria vita”. Al termine del convegno è stato regalato a tutti gli studenti un casco giallo da cantiere.

Nella foto, i protagonisti del convegno e i ragazzi presenti

© Riproduzione riservata

Share on Facebook