Amministrative 2019, c'è chi ci guarda adesso

Pandino, 10 giugno 2018

Amministrative 2019, si parte. Prima del solito, prima dei due/tre mesi che precedono la campagna elettorale vera e propria. “Perché -ha pensato il centrodestra pandinese- così facendo si potrebbe allargare la base di coloro che si interessano alla cosa pubblica creando un gruppo d’opinione coinvolgendo più persone possibili”. Ecco quindi spiegato il senso dell’incontro aperto a tutta la cittadinanza di giovedì 7 giugno, organizzato dalla lista di minoranza consiliare di centrodestra “Nosadello, Pandino, Gradella Insieme” presso la sala civica di via Bovis. Una quarantina i presenti, disposti a semicerchio, non a caso ma proprio per sottolineare il tono coinvolgente di questo appuntamento, al quale ne seguiranno altri. “A Pandino –spiega Francesco Vanazzi, capogruppo consiliare di Nosadello, Pandino, Gradella Insieme- ci sono cose utili e cose meno utili. Per quelle utili è bene coinvolgere dalla base le persone che frequentano diversi quartieri e diverse associazioni o che hanno delle attività per fare emergere le esigenze della comunità e riavvicinare all’amministrazione del Comune chi il malgoverno di questi anni ha allontanato”. Fra i temi che sono emersi nel corso della serata, l’abolizione della Ztl, una viabilità da ripensare, la necessità di una manutenzione generale del patrimonio comunale, la mancanza del controllo sulle società che operano, l’ascolto e la cooperazione. “Da parte di tanti –prosegue Vanazzi- è uscita anche la lamentela che approcciando gli uffici comunali ci si sente come d’intralcio e ciò genera sconforto e disinteresse”. Non si è invece parlato di candidature. “Dal gruppo di opinione –conclude Vanazzi- si formerà certamente la rosa di candidati consiglieri ma adesso è presto per parlare di questo argomento”.

© Riproduzione riservata

Share on Facebook